English Version

PROGETTO LATO OSCURO

La nostra Associazione White Dove Grossman – Progetto Educazione, ha recentemente elaborato un progetto di sostegno all’uomo che ha comportamenti violenti nelle relazioni affettive, in collaborazione con ASL 3 Genovese, Ser.T Ponente e Centro per non subire violenza (da Udi).

 

Il nostro intervento sul maltrattamento non è esclusivamente rivolto al sostegno delle vittime, bensì anche all’ascolto di chi è esposto al rischio di agire o ha agito violenza. Il nostro intento è di prevenire e contrastare la violenza contro le donne ed i minori, dando voce alla sofferenza maschile.
Consapevoli che esiste una difficoltà nel "raggiungere" gli uomini dal punto di vista della prevenzione e dell'ascolto, il nostro impegno è rivolto a:

  • Attivare uno spazio fisico di ascolto e accoglienza.
  • Contenere, con attività di prevenzione e di trattamento, il fenomeno della violenza fisica e psicologica.
  • Aumentare la consapevolezza della cittadinanza in merito ai temi del progetto con campagne di sensibilizzazione e incontri con i giovani nelle scuole.
  • Contribuire alla valorizzazione e diffusione degli aspetti positivi della figura maschile (padre, marito, compagno...).
  • Stabilire rapporti di collaborazione con i centri antiviolenza operanti sul territorio per assicurare sostegno.
  • Stabilire rapporti di collaborazione con i servizi socio-sanitari, tribunali, questura, ecc.

Ci siamo, quindi, prefissati alcuni obiettivi fondamentali:

  • Lavorare con e sul sistema di riferimento della persona maltrattante.
  • Offrire risposte articolate agli uomini in difficoltà nelle relazioni familiari, anche su invio dei servizi istituzionali.
  • Offrire un servizio che possa essere di riferimento anche per le comunità straniere presenti sul territorio della città.
  • Operare in un'ottica socio sanitaria e multiprofessionale.
  • Investire sui fattori di resilienza e di rilettura dell'esperienza personale.
  • Contribuire a contenere e abbassare i livelli di conflittualità, orientando all'utilizzo di strumenti e modalità adeguate.

Con questo progetto abbiamo ottenuto nel 2011 il finanziamento di ENEL Cuore inserendoci nel più ampio progetto di P.I.P.P.I. (Programma di Intervento Per la Prevenzione dell'Istituzionalizzazione), elaborato dal Dipartimento di Scienze dell'Educazione di Padova, che ha visto coinvolte dieci città italiane, tra cui Genova.

Nel 2012 siamo stati sostenuti da un finanziamento della Compagnia di San Paolo.